La scimmia di Hartlepool – recensione

Si dice che durante le guerre Napoleoniche, in Inghilterra nel piccolo villaggio di Hartlepool, venne trovata e torturata una sfortunata scimmia.
Detta così sembrerebbe un’altra macabra storia forse non adatta ai più impressionabili, ma quello che abbiamo letto ci ha sorpreso, fatto sorridere e riflettere.
Ci troviamo in una piccola cittadina della costa centro orientale dell’Inghilterra, dove un galeone francese si inabissa durante una tempesta e lascia come naufraghi un piccolo mozzo ed una scimmia vestita da ufficiale francese. I paesani, in guerra contro questi ultimi, iniziano un lungo “processo” per giustiziare la scimmia, la quale viene subito scambiata per un agguerrito marinaio francese.
L’ignoranza e la paura la faranno da padrona, portando ad un escalation di eventi che non vi sveleremo, ma che vi faranno riflettere su come il diverso può spaventare a prescindere, senza un reale motivo.
La storia, uscita in Francia nel 2014, si sviluppa con ritmi veloci, disegni arrotondati e che ricordano alcuni cartoon moderni. Del resto Jérémie Moreau, vincitore del prestigioso Fauve d’Or Festival International de la Bande Dessinée d’Angoulême, ha lavorato anche nel mondo dell’animazione.
Questo volume, edito da Tunué, è un racconto tragicomico, che parla di odio ed ignoranza verso il diverso, di un tempo che forse non è poi così lontano dal nostro.

Secondo LEI

Perché leggerlo
È un bel fumetto, di quelli che ti lasciano però un sorriso amaro in bocca. Moreau ha un tratto rough che ricorda schizzi pittorici di un altro tempo, magari proprio di un’Inghilterra del 1800. Ve lo dico poi, tra ignoranza e paura del diverso, c’è anche spazio ad una piccola storia d’amore <3

Perché non leggerlo
È una storia surreale, cruda, che cerca di far sorridere con gag che caratterizzano molto i personaggi. Forse, alcuni di loro sono “troppo” stereotipati, tanto da condire il tutto con un po’ di cattiveria gratuita.

Conclusione
Sicuramente un fumetto da leggere e consigliare, perché troppo spesso dimentichiamo che l’ignoranza e la paura possono essere tanto pericolose. 

Secondo LUI

Perché leggerlo
È davvero un buon fumetto, scritto bene e disegnato bene. Una di quelle storie che vanno lette, per capire quanto assurda a volte può essere la realtà. Non ci sono supereroi o esplosioni, ma il ritmo è davvero alto, e pagina dopo pagina speri insieme alla scimmia che tutto si risolva per il meglio!

Perché non leggerlo
È un fumetto di denuncia, che forse ti lascia davvero poche speranze verso un’umanità che ieri, come oggi, ha davvero grossi problemi con il diverso.

Conclusione
Smettetela di combattere una guerra che non esiste, leggete “la scimmia di Hartlepool”!

SM_voto_4

Anno: 2014
Formato: 17×24;
Pagine: 96
Autori: Wilfrid Lupano – Jérémie Moreau
Edito in Italia da: Tunué